Cerca nel blog

mercoledì 14 dicembre 2016

"Ultima Oasi" di Alfonso Zarbo

Ciao lettori!! ^^
Oggi vi parlo di un romanzo di uno scrittore esordiente, Alfonso Zarbo, la cui casa editrice, Gargoyle, mi ha proposto di leggere il suo volume e recensirlo per voi! Colgo l'occasione quindi per ringraziare la casa editrice e l'autore, facendo i miei complimenti a quest'ultimo!




TRAMA

Il sole rischia di esplodere. Per la prima volta, nel mondo, è la luce a fare paura. Il caldo s'insinua negli stracci dei poveri e nelle corazze dei cavalieri, distrugge i raccolti, prosciuga mari e oceani. Ultima Oasi, però, sopravvive. Ma il suo destino, e quello del mondo intero, è nelle mani di due ragazzi. Arkan è un sedicenne. Vive nel deserto. In esilio. Non ricorda nulla della sua infanzia da principe a Ultima Oasi, non ha nemmeno avuto il tempo di viverla. Il suo obiettivo è difendere i confini dell'ultimo impero dai predoni. Alla morte del suo tutore, parte per Ultima Oasi: intende chiedere rinforzi e provviste a suo padre. Ad accompagnarlo, un tuareg dal muso lungo, una schiava giunta dal nulla e una tigre che lo segue ovunque. Ma tutti e tre nascondono un segreto. Dhaki ha sempre avuto quello che gli agi e l'influenza del padre potevano offrirgli: erede legittimo di Ultima Oasi, soldato addestrato e, presto, capitano nelle forze elette dell'impero. Ma qualcosa va storto. Forze ignote e intrighi di potere lo spingono a dubitare, a indagare. Ciò che scopre cambierà drasticamente la sua vita e quella di chi gli è vicino. In un impero circondato dal vuoto, un assassino con un passato da principe e un principe con un passato da assassino dovranno affidarsi all'intuito e alla spada. Prima che sia troppo tardi, per tutti.

COSA NE PENSO?

Ultima Oasi è il romanzo dell’emergente Alfonso Zarbo, edito Gargoyle.
Ambientato in un’ Arabia medievale, la città denominata Ultima Oasi è protagonist di una grande preoccupazione. Il sole, è la grande preoccupazione per tutti I cittadini che, si mettono al riparo con un vento nero.

Veniamo quindi a conoscenza di Dhaki e Arkan, due ragazzi. I due sono I protagonisti della vicenda che, inizialmente sono separati ma, si riuniranno per indagare su alcuni misteri che si stanno svolgendo nella loro città. Ci sono infatti delle cospirazioni in atto e I due dovranno scoprire da dove arrivano.
La narrazione è davvero avvincente ed intrigante, pur essendo un romanzo breve, non ho quasi mai abbandonato la lettura se non per pochi e brevi momenti.
Le descrizioni poi, credo che siano un punto forte dello scrittore, io per mio gusto personale le apprezzo moltissimo e qui, ne ho trovate di davvero coinvolgenti. I personaggi sono ben caratterizzati e la loro storia è originale e piacevole da seguire.

Trovo poi che, le illustrazioni regalino punti in più a tutto il volume, facendo entrare maggiormente il lettore all’interno della vicenda. Un grande applauso a Michaela Menicacci e Valentina Berger.


Vi consiglio quindi moltissimo questa lettura e ringrazio la Gargoyle per avermi dato la possibilità di parlarne a voi!

A presto!
LibreriaInfinita









Nessun commento:

Posta un commento