Cerca nel blog

venerdì 2 dicembre 2016

"L'uomo senza volto" di Roberto Leonardi

Ciao lettori!! ^^
Oggi vi parlo di un romanzo di uno scrittore esordiente che, mi ha proposto di leggere il suo volume e recensirlo per voi! Colgo l'occasione quindi per ringraziare Roberto Leonardi e per fargli i miei complimenti!


TRAMA

L’agente Darren Iannacci durante una rapina alla National Bank provoca la morte accidentale di un ostaggio e viene radiato dal corpo di polizia di Chicago. Si trasferisce in Canada con la sua famiglia per cambiare vita, ma un giorno, in un bosco adiacente al fiume Peace River, Darren si imbatte nel cadavere di una ragazza e in un fiore che sembra trovarsi in quel posto non a caso. Si tratterà solo del primo di una lunga serie di omicidi con un solo filo conduttore: Isaac Mood, l’uomo senza volto dal passato incenerito nel fuoco.


COSA NE PENSO?

Romanzo d’esordio del giovane Roberto Leonardi, L’uomo senza volto, è un romanzo dallo stile minuzioso ed irriverente, modellato da una scrittura fluida e ricca di particolari allo stesso tempo. Si tratta di un romanzo di genere thriller, davvero ben scritto, costruito sulla base di due personaggi principali che si oppongono, uno dalla parte del bene, Darren Iannacci e l’altro, dalla parte del male, Isaac Mood, ovvero l’uomo senza volto, colui che uccide e martoria le sue vittime nel buio.

Leonardi è riuscito a creare una storia veramente ricca di suspance per il lettore, si percepisce costantemente un senso di inquietudine che ci trascina sempre più a fondo nella storia. L’autore gioca a tu per tu con chi legge, cercando di confonderlo e di portarlo sulla pista sbagliata per risolvere questo caso.

Il male, ovvero l’uomo senza volto è rappresentato da quest’uomo con il viso e l’anima bruciata, di cui conosciamo a poco a poco alcuni stralci della sua esistenza.
I personaggi sono molteplici: Darren, Isaac, Alfred, Mark, Joanna,Avril, Melissa e Lara. Tutti sono collegati in modo meticoloso alla storia narrata.

Darren, il protagonista è un ex agente di polizia, il quale si sente coinvolto nella serie di omicidi che sta colpendo il posto in cui si è trasferito con la sua famiglia per ricominciare a vivere.

La narrazione è a tratti rude per via delle scene narrate in cui sono descritti i cadaveri. Qui si vede l’abilità dello scrittore nel trattare scene non facili da scrivere, riuscendo a creare una dimensione di incubo e terrore. Darren finisce per vedere ovunque l’uomo senza volto e sembra avere delle premonizioni riguardanti gli omicidi che avverranno. –l’uomo senza volto gioca con la sua mente e Darren non ne è a conoscenza.
Arriviamo ad un certo punto a chiederci davvero quale sia davvero la realtà dei fatti e quale la fantasia…
Ho veramente molto apprezzato questo romanzo, l’ho trovato fresco, scorrevole e davvero appassionante. Molto ben caratterizzati i personaggi, apprezzabili sin dal primo momento. Lo stile di scrittura, per essere un romanzo di un esordiente, è davvero ben definito e piacevole, per questo motivo non posso fare altro che fare i miei complimenti più sinceri all’autore e consigliarvi la lettura di questo volume!








Nessun commento:

Posta un commento