Cerca nel blog

lunedì 25 febbraio 2013

[Recensendo]: "L' Ombra della Dea:sovrastare il destino"- Emanuele Velluti


Ciao ragazzi, 
oggi vi presento uno scrittore italiano emergente EMANUELE VELLUTI! Sono come sempre,  super contentissima di aver avuto l'opportunità di poter leggere il suo  primo romanzo e di averlo potuto recensire per voi! Ringrazio moltissimo Emenuele per la sua disponibilità e spero che la recensione sia di suo e di vostro gradimento! Buona lettura!

VIDEORECENSIONE QUI:





LE OMBRE DELLA DEA:SOVRASTARE IL DESTINO-EMANUELE VELLUTI
-Titolo: Le ombre della Dea:sovrastare il destino
-Autore: Emanuele Velluti
-Pagine: 144



SINOSSI:

Come se partorito dal mare, un misterioso ragazzo dai capelli bianchi, viene trovato naufrago su di una spiaggia. Privo di qualsiasi memoria di sé o del mondo, capirà presto di essere braccato da un oscuro passato che reclama il suo nome. Sarà costretto a fuggire, ma alcuni compagni si uniranno a lui, ed insieme vedranno il mondo cambiare per sempre… La nebbia avvolgerà ogni cosa... "Esiste una realtà che non è visibile agli occhi, parole che orecchie non possono udire, essenze che l'olfatto non comprende, onde che le dita non riescono a infrangere, noi ne siamo parte e assaporiamo ogni giorno la gioia del mondo che tutti credono non esista."


RECENSIONE:

Eccomi qui oggi per presentarvi la prima opera di Emanuele Velluti, scrittore emergente che, si propone con: “L’ombra della Dea:sovrastare il destino”. Primo capitolo, di una trilogia e, sono a conoscenza del fatto che, l’autore stia scrivendo il secondo volume della saga!

Ho veramente molto apprezzato il fatto che, l’autore abbia inventato un vero e proprio mondo in cui inserire il suo racconto, in questo caso, appena apriamo il volume, ci troviamo di fronte a due mappe che, ci mostrano il Continente Beriano.

Descrive in maniera molto dettagliata il contesto in cui vuole avvolgerci, aggiungendo dettagli come usi e costumi del posto che, ho trovato essere una scelta particolarmente interessante.

Il racconto inizia velocemente, senza ostacoli in quanto l’intreccio narrativo è ben delineato e rimane coerente per tutta la lunghezza del romanzo. Punto fondamentale è secondo me, la suspance che l’autore è capace di regalare al lettore, nei punti giusti, per rendere misteriosa la storia e quindi allo stesso tempo accattivante, appassionando il pubblico.


“Quella notte Ankh ebbe uno strano sogno:
Era nei sotterranei della chiesa di fosso, dopo essersi diviso dal suo gruppo. Camminò nel corridoio al buio per alcuni metri, poi vide una luce fortissima provenire da una stanza in fondo.
Si affrettò a raggiungerla sperando di trovare l’uscita.
Li si accorse che il bagliore in realtà, proveniva da una statua dalle sembianze femminili, posta al centro della stanza, dove non c’era assolutamente nient’altro.
Una volta giunto al suo cospetto, inizio a sentire una voce insinuarsi nella testa: “Avvicinati…”
Era un richiamo irresistibile.
Quella voce così suadente la sentiva così familiare, lo rendeva cosi sicuro, che non poté fare altro che eseguire ciò che diceva.
Forse non si trattava solo di un semplice sogno…”


L’autore, creando uno sfondo fantasy-medievale, crea protagonisti “veri”, ovvero che ci risultano molto reali, in quanto sono descritti in modo eccellente. Non ci viene subito rivelato tutto ciò che concerne di un personaggio ma, man mano che il romanzo si delinea, cogliamo sempre più dettagli che ci portano ad affezionarci ad alcuni di loro, come ad esempio il cacciatore. Un personaggio che, inizialmente sembrerebbe senza sentimenti e che, si finisce per apprezzare per la sua ironia e per il suo cuore d’oro, solo con il procedere della vicenda.

Unico punto su cui forse potrei fare una critica all’autore è la scelta del finale che io trovo davvero stupendo ma, su cui forse doveva soffermarsi leggermente di più, sono quindi molto curiosa di leggere il romanzo successivo a questo! Davvero una prima opera molto soddisfacente, sono sicura che la trilogia completa sarà davvero emozionate, per questo motivo vi consiglio assolutamente di leggere “L’ombra della Dea”!!!

Ringrazio moltissimo Emanuele per avermi dato l’opportunità di leggere e recensione il suo romanzo per voi e spero che questa recensione sia gradita da lui e da tutti voi!







mercoledì 20 febbraio 2013

** A MONTH OF BOOKS: FEBBRAIO **


Ciao ragazzi!!! ^^
Eccomi qui per la prima volta per illustrarvi una rubrica mensile che preparerò costantemente ogni mese! Si chiama appunto "A month of books", bisogna rispondere ad 8 domande sulle letture che si sono fatte in quel determinato mese! Creato da:


ECCO IL MIO VIDEO DI FEBBRAIO:


Le domande sono le seguenti:

1.       Quanti libri hai letto?

2.       Qual’è il libro piu lungo e quale il piu corto?

3.       La copertina piu bella

4.       Il personaggio, protagonista o meno che ti ha colpito

5.       Il personaggio che ti ha lasciato l’amaro in bocca


6.       La migliore ambientazione

7.       Trasposizione cinematografica

8.       Il libro che avreste voluto leggere e che non avete piu letto

Spero che possa piacervi ed interessarvi! Fatemi sapere!!!
A presto!!

venerdì 15 febbraio 2013

[Recensendo]: "Il Ragazzo del Destino"-Maria Elena Gattuso



Ciao ragazzi, 
oggi con moltissimo piacere, vi presento una scrittrice italiana emergente MARIA ELENA GATTUSO! Sono come sempre, contentissima di aver avuto l'opportunità di poter leggere il suo  romanzo e di poterlo recensire per voi! Ringrazio moltissimo l'autrice per la sua disponibilità e spero che la recensione sia di suo e di vostro gradimento! Buona lettura!

VIDEORECENSIONE QUI:



IL RAGAZZO DEL DESTINO-MARIA ELENA GATTUSO

-Titolo: Il ragazzo del destino
-Autore: Maria Elena Gattuso
-Casa Editrice: Il Ciliegio
-Data di Pubblicazione: 2012
-Pagine: 336
-Prezzo: 17.00 euro 


TRAMA:

Il Destino, un insieme di eventi inevitabili e non solo. Nelle sue molteplici forme diviene umano possessore di corpi quasi assenti. Attorno ad esso, la vita di Rebecca, dolce e pensierosa, mossa da una inavvertita voglia di cambiamento. Tra i due un patto. Quest'ultima la parola chiave che lega immaginazione e calamità ad un breve arco di tempo: sette giorni alla protagonista per poter sconfiggere il fato. In lei, una domanda catartica, l'attrazione per le cosiddette coincidenze e un susseguirsi di prove che rendono instabile e lacunoso il suo cammino di trasformazione. Tra le pagine, l'Amore, inteso come cuore pulsante che recita realtà e desideri, lontano da spiegabili eventi e vicino a tipiche suggestioni giovanili. Eppure, il fulcro del romanzo resta la volontà. Ciò che muove il mondo è il non arrendersi anche quando scompare un ultimo spiraglio.


RECENSIONE:

Protagonista di questa storia è Rebecca, soprannominata anche come “Anna dai capelli rossi” per via dei suoi capelli color fiamma, è una ragazza di sedici anni, normalissima che, passa le sue giornate come tutte le adolescenti, tra le amiche e la scuola. Rebecca è innamorata di Dario, un ragazzo della sua scuola che, nemmeno la calcola. Un giorno, uscita da scuola, mentre attraversa la strada rischia di essere investita da una moto ma, fortunatamente viene salvata da un ragazzo molto misterioso. Il Destino in persona le si presenta, la mette in guardia e cerca di guidarla, per questo tutta la vita di Rebecca cambierà.

Rebecca odia terribilmente che questo ragazzo, il Destino, le dica cosa fare e cosa non fare e trai due nascerà una competizione, in quanto il Destino vuole che lei si arrenda al suo volere e la ragazza vuole invece dimostrargli che è possibile cambiare il futuro e che nulla è già scritto in modo definitivo. Inizieranno da qui in avanti sette giorni che per la ragazza si trasformeranno in un vero inferno, infatti il Destino giocherà tutte le sue carte per fare in modo che Rebecca fallisca nel suo intento, fino ad arrivare a dirle che tra lei e Dario non ci sarà mai un futuro…

Il ragazzo del destino è il primo romanzo scritto da Maria Elena Gattuso. Un primo romanzo molto particolare ma composto da elementi davvero originali ed unici che, lo rendono davvero un magnifico libro! La narrazione è costruita sotto forma di diario, in quanto Rebecca, diventata ormai grande , racconta questa sua esperienza adolescenziale, ho davvero molto apprezzato questo stile, penso che sia la forma più congeniale per questa trama. Vi sono moltissimi flashback, altro punto di forza del romanzo che, a parer mio rendono ancora più intrigante e coinvolgente la narrazione.

Bello ed inaspettato il finale, trovo che sia forse la parte più bella di tutto il romanzo per il grado di emozione che raggiunge, l’ho trovato davvero molto commovente. Un libro che consiglio moltissimo ad un pubblico adolescente ma che, sarà sicuramente apprezzato sia da grandi che piccini!!!




lunedì 11 febbraio 2013

"Frammenti di Buio"- Steve Mosby [Collaborazione con Tre60 Ed.]


FRAMMENTI DI BUIO-STEVE MOSBY



SINOSSI:
1977. In un tiepido pomeriggio di settembre, una bambina appare dal nulla sulla spiaggia della tranquilla cittadina di Faverton. Tra le mani, stringe una borsetta che contiene solo un fiore: un fiore nero. Nel corso della sua lunga carriera, il detective Sullivan ha indagato su vari casi di persone scomparse, eppure non ha mai dovuto affrontare una situazione tanto singolare: la piccola non ricorda il proprio nome e non sa da dove viene, ma poi inizia a raccontare la sua storia, una storia che segnerà il poliziotto per il resto della vita... Oggi. È sempre stata la sua figura di riferimento, ed è per essere come lui che Neil Dawson ha deciso di diventare uno scrittore. Ma ora che il padre si è suicidato – senza lasciare nessun biglietto, nessuna spiegazione –, le sue certezze sono andate in frantumi. L’unico modo per esorcizzare il dolore è capire il motivo di quel gesto e, mentre è impegnato a mettere ordine tra le sue carte, il giovane scopre un vecchio romanzo, intitolato Il fiore nero... Anche Hannah Price ha da poco perso il padre, uno stimato detective della polizia, del quale lei ha seguito le orme, nella speranza di essere all’altezza della sua memoria. E l’occasione giusta per dimostrare il proprio valore è l’indagine sul suicidio di un famoso scrittore. Interrogando Neil, infatti, Hannah intuisce che quella morte potrebbe nascondere una verità insospettabile. Ma l’unico modo per svelarla è portare alla luce un passato oscuro che nessuno vuole ricordare e un segreto sconvolgente che, per decenni, ha ossessionato chiunque ne sia venuto a conoscenza...

RECENSIONE:
Pubblicato da Tre60 Editore, Frammenti di Buio è il nuovo romanzo di Steve Mosby. L’autore britannico  è alla sua terza pubblicazione con questo romanzo, avendo precedentemente scritto 50/50 killer e Nessuno verrà.
La storia raccontataci dall’autore è soggetta all’interpretazione del lettore, costruisce in modo abile una sorta di leggenda metropolitana, un mito, una leggenda che, si sappia ben mescolare tra realtà e finzione.


Fulcro del romanzo è il fiore nero che, in inglese sarebbe Black Flowers, titolo originale scelto da Mosby per il suo libro. Si trattava di un racconto thriller scritto da Robert Wiseman, pubblicato nel 1991, dopo ciò l’autore è scomparso…Qui è evidente la voglia di giocare di Mosby, dando l’opportunità ai suoi lettori di identificarsi coi protagonisti.
Tutto inizia con il giovane Neil Dawson, aspirante scrittore e figlio di uno scrittore, Christopher Dawson, il quale stava appunto lavorando su “Il Fiore Nero”, prima di togliersi la vita in modo inaspettato ed inatteso.. Neil scoprirà alcuni segreti contenuti nel libro che sono in qualche modo legati al suicidio del padre e compirà un’indagine che lo porterà a scoprire cose che forse non avrebbe mai voluto conoscere…
Vicino alla storia di Neil ne abbiamo una seconda, ovvero quella di Hannah Price, figlia del sergente di polizia, Colin Price. Anche lei come il padre è poliziotta ed è lei a cui toccherà il caso di Christopher Dawson, avvenuto nel territorio di sua competenza, qui anche Hannah si ritroverà a dover fare i conti e risolvere un enigma molto particolare relativo al passato di suo padre…
Le due vicende inizialmente separate verranno poi a congiungersi, incastrandosi molto abilmente l’una all’altra formando un tutt’uno perfetto, qui devo dire che Mosby ha dimostrato di essere un vero scrittore, riuscirà a tenere incollati alle pagine tutti i suoi lettori, fino alla fine contornando la vicenda di ritmi di tonalità diverse e capitoli con conclusioni bizzarre e, devo dire che con me ha centrato completamente il bersaglio, ho divorato il romanzo!!!
Un romanzo che ti cattura nel vero senso della parola, che riesce a trasportarti nei luoghi descritti, a farti sentire parte della storia, lo consiglio assolutamente a tutti perché è stata una scoperta davvero particolarmente apprezzata!Conto di recuperare presto i suoi precedenti romanzi, perché la curiosità scalpita!

VOTO:5/5

La mia videorecensione: 







venerdì 8 febbraio 2013

*** A MONTH OF BOOKS: GENNAIO ***

Ciao ragazzi!!! ^^
Eccomi qui per la prima volta per illustrarvi una rubrica mensile che preparerò costantemente ogni mese! Si chiama appunto "A month of books", bisogna rispondere ad 8 domande sulle letture che si sono fatte in quel determinato mese! Creato da:


ECCO IL MIO VIDEO DI GENNAIO: 



Le domande sono le seguenti:

1.       Quanti libri hai letto?

2.       Qual’è il libro piu lungo e quale il piu corto?

3.       La copertina piu bella

4.       Il personaggio, protagonista o meno che ti ha colpito

5.       Il personaggio che ti ha lasciato l’amaro in bocca


6.       La migliore ambientazione

7.       Trasposizione cinematografica

8.       Il libro che avreste voluto leggere e che non avete piu letto

Spero che possa piacervi ed interessarvi! Fatemi sapere!!!
A presto!!