Cerca nel blog

lunedì 25 febbraio 2013

[Recensendo]: "L' Ombra della Dea:sovrastare il destino"- Emanuele Velluti


Ciao ragazzi, 
oggi vi presento uno scrittore italiano emergente EMANUELE VELLUTI! Sono come sempre,  super contentissima di aver avuto l'opportunità di poter leggere il suo  primo romanzo e di averlo potuto recensire per voi! Ringrazio moltissimo Emenuele per la sua disponibilità e spero che la recensione sia di suo e di vostro gradimento! Buona lettura!

VIDEORECENSIONE QUI:





LE OMBRE DELLA DEA:SOVRASTARE IL DESTINO-EMANUELE VELLUTI
-Titolo: Le ombre della Dea:sovrastare il destino
-Autore: Emanuele Velluti
-Pagine: 144



SINOSSI:

Come se partorito dal mare, un misterioso ragazzo dai capelli bianchi, viene trovato naufrago su di una spiaggia. Privo di qualsiasi memoria di sé o del mondo, capirà presto di essere braccato da un oscuro passato che reclama il suo nome. Sarà costretto a fuggire, ma alcuni compagni si uniranno a lui, ed insieme vedranno il mondo cambiare per sempre… La nebbia avvolgerà ogni cosa... "Esiste una realtà che non è visibile agli occhi, parole che orecchie non possono udire, essenze che l'olfatto non comprende, onde che le dita non riescono a infrangere, noi ne siamo parte e assaporiamo ogni giorno la gioia del mondo che tutti credono non esista."


RECENSIONE:

Eccomi qui oggi per presentarvi la prima opera di Emanuele Velluti, scrittore emergente che, si propone con: “L’ombra della Dea:sovrastare il destino”. Primo capitolo, di una trilogia e, sono a conoscenza del fatto che, l’autore stia scrivendo il secondo volume della saga!

Ho veramente molto apprezzato il fatto che, l’autore abbia inventato un vero e proprio mondo in cui inserire il suo racconto, in questo caso, appena apriamo il volume, ci troviamo di fronte a due mappe che, ci mostrano il Continente Beriano.

Descrive in maniera molto dettagliata il contesto in cui vuole avvolgerci, aggiungendo dettagli come usi e costumi del posto che, ho trovato essere una scelta particolarmente interessante.

Il racconto inizia velocemente, senza ostacoli in quanto l’intreccio narrativo è ben delineato e rimane coerente per tutta la lunghezza del romanzo. Punto fondamentale è secondo me, la suspance che l’autore è capace di regalare al lettore, nei punti giusti, per rendere misteriosa la storia e quindi allo stesso tempo accattivante, appassionando il pubblico.


“Quella notte Ankh ebbe uno strano sogno:
Era nei sotterranei della chiesa di fosso, dopo essersi diviso dal suo gruppo. Camminò nel corridoio al buio per alcuni metri, poi vide una luce fortissima provenire da una stanza in fondo.
Si affrettò a raggiungerla sperando di trovare l’uscita.
Li si accorse che il bagliore in realtà, proveniva da una statua dalle sembianze femminili, posta al centro della stanza, dove non c’era assolutamente nient’altro.
Una volta giunto al suo cospetto, inizio a sentire una voce insinuarsi nella testa: “Avvicinati…”
Era un richiamo irresistibile.
Quella voce così suadente la sentiva così familiare, lo rendeva cosi sicuro, che non poté fare altro che eseguire ciò che diceva.
Forse non si trattava solo di un semplice sogno…”


L’autore, creando uno sfondo fantasy-medievale, crea protagonisti “veri”, ovvero che ci risultano molto reali, in quanto sono descritti in modo eccellente. Non ci viene subito rivelato tutto ciò che concerne di un personaggio ma, man mano che il romanzo si delinea, cogliamo sempre più dettagli che ci portano ad affezionarci ad alcuni di loro, come ad esempio il cacciatore. Un personaggio che, inizialmente sembrerebbe senza sentimenti e che, si finisce per apprezzare per la sua ironia e per il suo cuore d’oro, solo con il procedere della vicenda.

Unico punto su cui forse potrei fare una critica all’autore è la scelta del finale che io trovo davvero stupendo ma, su cui forse doveva soffermarsi leggermente di più, sono quindi molto curiosa di leggere il romanzo successivo a questo! Davvero una prima opera molto soddisfacente, sono sicura che la trilogia completa sarà davvero emozionate, per questo motivo vi consiglio assolutamente di leggere “L’ombra della Dea”!!!

Ringrazio moltissimo Emanuele per avermi dato l’opportunità di leggere e recensione il suo romanzo per voi e spero che questa recensione sia gradita da lui e da tutti voi!







2 commenti: