Cerca nel blog

domenica 27 gennaio 2013

[Recensendo]: "Le Nebbie di Avalon"-Marion Zimmer Bradley


LE NEBBIE DI AVALON-MARION ZIMMER BRADLEY

-Titolo: Le nebbie di Avalon
-Autore: Marion Zimmer Bradley
-Casa Editrice: i grandi TEA
-Data di Pubblicazione: 1982
-Pagine: 654
-Prezzo: 12.00 euro





TRAMA:

Vi fu un'epoca in cui le porte tra i mondi fluttuavano con le nebbie e si aprivano al volere del viaggiatore. Di là dal regno del reale si schiudevano allora luoghi segreti e incantati, siti arcani che sfuggivano alle leggi di Natura e si sottraevano al dominio del Tempo, territori favolosi dove le più strane e ammalianti creature parlavano lingue oggi sconosciute, avevano gesti, modi e riti oggi indecifrabili; dove nessuna cosa era identica a se stessa, ma poteva mutarsi ogni istante in un'altra. Con l'andar del tempo, però, "reale" e "immaginario" entrarono in netto contrasto. Allora come oggi, furono le donne a fare da mediatrici. Morgana, Igraine, Viviana conoscevano il modo per far schiudere le nebbie e penetrare nel magico regno di Avalon...

RECENSIONE:

Oggi vi parlo di un libro che sognavo di leggere da moltissimo tempo e che, mi è stato regalato per Natale da una persona per me super speciale! Il romanzo in questione è appunto “Le Nebbie di Avalon” di Marion Zimmer Bradley, romanzo che può esser letto autonomamente seppur faccia parte di un ciclo narrativo denominato “Il ciclo di Avalon”.
Protagonista del romanzo è Morgana, seppur fonte di ispirazione e base della narrazione siano le gesta di Re Artù. Il romanzo è suddiviso in 4 parti, anch’esse suddivise in capitoli. Inizia il racconto con un monologo di Morgana in persona, la quale narrerà in diversi tempi le varie vicissitudini che la accompagneranno. Protagonista della prima parte è Igraine, la madre di Morgana. Igraine, figlia di Merlino e sorella della Dama del Lago, Viviana, era stata iniziata al culto della Dea e possedeva la Vista, essendo capace quindi di compiere magie, desidererà poi allontanarsi dalla magia ed abbandonarsi alla fede cristiana del marito Garlois, a cui era andata in sposa.
Vedremo raccontata tutta la storia di questa donna fino alla nascita di Gwidion, ovvero colui che diverrà Re Artù, figlio dell’unione di Igraine e Uter Pendragon, il quale aveva preso il posto del vero padre di Morgana, Garlois, caduto in battaglia.
Morgana, dopo alcuni anni venne affidata a Viviana, le due torneranno sull’isola di Avalon, dove la ragazza poté essere iniziata al culto della Dea per diventare sacerdotessa. Tutto ebbe inizio dopo i Fuochi di Beltane, un antico culto celtico in cui, il giovane Re Cervo si unisce alla sacerdotessa, quest’evento avrà un importanza direi quasi fondamentale per le conseguenze che avverranno, ma non vi svelo altro per non rovinarvi il gusto della storia….
Grande forza del romanzo, è la centralità femminile, ho quindi apprezzato enormemente la figura di Morgana, in quanto è sempre stata additata come strega cattiva e gelosa, mentre in questo romanzo le si da la luce che le spetta. Morgana in questo libro è una donna che è costretta a soffrire, a rinunciare a tutto, come all’amore e all’essere madre per qualcosa di più grande ed immenso. L’autrice ha compiuto un lavoro straordinario in quanto è riuscita a dipingerla in un modo umano, mettendo in luce le sue qualità e le sue fragilità.
Personaggio molto particolare è anche Ginevra, dipinto come cristiana e combattuta aspramente tra l’amore per Lancillotto e Artu in quanto sovrana. C’è poi Viviana, una donna senza scrupoli, che è sempre pronta ad ottenere in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo ciò che brama, l’ho odiata davvero per i suoi modi di fare, in maniera quasi spietata. Altro personaggio importante è Morguase, sorella minore di Igraine Viviana, quindi zia di Morgana, una donna che diventerà affascinante e che grazie a questo avrà molta importanza anche sul marito Lot.
Ho apprezzato veramente moltissimo lo stile e il linguaggio usato dalla Bradley,ricco, pregno di significato, dialoghi, allo stesso tempo l’ho trovato molto complesso e ricercato, per questo non è una lettura leggera e scorrevole ma, bensì ha bisogno di essere compresa e necessita di molta attenzione.
Ho davvero amato questo libro e questa autrice, quindi cercherò nel più breve periodo di tempo di reperire altri suoi romanzi, la consiglio moltissimo a tutti gli amanti del genere perché sono sicura che vi piacerà immensamente e ne rimarrete stupitissimi!

VOTO:5/5




6 commenti:

  1. Uno dei pochi libri che io abbia mai riletto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D contentissima che sia apprezzato anche da te :)

      Elimina
  2. Ti consiglio di leggere tutto il Ciclo di Avalon, è davvero stupendo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!!! :D lo farò spero presto!!!^^

      Elimina
  3. Io ho amato molto anche "La torcia" e "Le luci di Atlantide"

    RispondiElimina