Cerca nel blog

sabato 29 settembre 2012

Recensione di:


“NOVECENTO”-ALESSANDRO BARICCO

Titolo: Novecento
Autore: Alessandro Baricco
Casa Editrice: Universale Economica Feltrinelli
Data di Pubblicazione: 1994
Pagine: 62
Prezzo: 5,00 €



“Novecento” è un monologo, il libro da cui è stato tratto il film: “La leggenda del pianista sull’oceano”. Un monologo, definito dall’autore stesso, che ho letto in massimo un’ora e che racchiude la vita molto densa del protagonista.
La prosa è molto scorrevole, semplice e in alcuni punti molto divertente. Il racconto parla di un bambino, poi chiamato Novecento, orfano di genitori ignoti, probabilmente immigrati della nave, trovato dal macchinista della nave, che lo chiamò in  questo modo in quanto nessuno era a conoscenza del suo vero nome.
Il bimbo, crebbe coi membri dell’equipaggio, come una grande famiglia allargata. Un giorno, Novecento, ancora piccolo, viene sentito mentre suona il pianoforte con una bravura incredibile per un ragazzino che non aveva mai seguito lezioni di pianoforte e per la sua giovane età.
La storia è raccontata da un trombettiere di jazz che sale sulla nave quando Novecento, è ormai un ragazzo di ventisette anni; egli descrive Novecento in tutto, dalle gesta musicali alle sue abitudini.
Novecento è rappresentato nella figura di genio musicale e come una figura enigmatica , in quanto è sempre vissuto a bordo della nave e non ha mai messo piede sulla terraferma. Novecento e la sua psicologia non possono venire comprese da noi che abitiamo vivendo coi piedi per terra.
Nonostante il fatto che gli avvenimenti, vengano presentati in modo affrettato, la storia procede lineare, senza lasciare nulla al caso, completo di elementi di ogni sorta, capaci di arrivare a toccarci il cuore, per questo il libro mi è davvero piaciuto molto. Lo consiglio a tutti, per la brevità del racconto e per la storia particolare ma di forte intensità emotiva.

VOTO: 4/5




Nessun commento:

Posta un commento