Cerca nel blog

domenica 23 settembre 2012

Recensione di:


“MOLL FLANDERS”-DEFOE

Titolo: Moll Flanders
Autore: Defoe
Traduttore:Maria Lucioni Diemoz
Casa Editrice: Newton Compton
Data di Pubblicazione: 2012
Pagine: 249
Prezzo: 4.90 €


«Fortune e sfortune della famosa Moll Flanders

che nacque nella prigione di Newgate e, durante una vita incessantemente variata di settant’anni, oltre l’infanzia, fu dodici anni prostituta, cinque volte sposata (una delle quali con il fratello), dodici anni ladra, otto anni deportata in Virginia, e che alla fine diventò ricca, visse onesta e morì pentita

scritte secondo le sue memorie.»


Daniel Defoe, da tutti conosciuto per “Robinson Crusoe”, che io ho apprezzato tantissimo, è l’autore di questo romanzo, “Moll Flanders”, meno noto.
Si tratta di una falsa autobiografia, scritta in prima persona, una scelta originale per il nostro autore, il quale ha appunto deciso di parlare e di descrivere una donna molto diversa da quelle del tempo da lui descrittoci. Una ladra, prostituta, Moll sarà molte donne diverse.
Una delle cose che ho più apprezzato è, che il lettore viene reso partecipe della vicenda e trascinato negli angoli più nascosti di Londra, con delle descrizioni molto accurate, forse fin troppo nel dettaglio. Si perde infatti nel raccontare le minuzie dei particolari di tutto ciò che circonda rendendo la lettura alquanto pesante.
Obbiettivo finale di Defoe è però quello pedagogico, cioè, far capire al lettore attraverso la storia disdicevole della protagonista, quanto poco sia bella una vita immorale e mostra invece quanto il redimersi possa portare ad un esistenza tranquilla e piacevole, considerando poi le regole e l’etichetta dell’etica puritana in cui è ambientata la storia.
Per molti punti di vista, Moll potrebbe essere anche considerata una femminista inconsapevole, che cerca di farsi strada nella società, da sola, con i soli mezzi che detiene e obbligata a scendere a compromessi quando non trova altre strade da percorrere.
“Moll Flanders” è quindi un dipinto, una rappresentazione dell’epoca e dell’ascesa della borgesia della classe media, nell’aristocratica Inghilterra del suo tempo. Un classico della lettura europea che merita sicuramente di essere letto ma, allo stesso tempo devo dire che ho fatto davvero fatica a finire la lettura di questo romanzo. Probabilmente avevo molte aspettative, in quanto Robinson Crusoe mi era piaciuto moltissimo, ma davvero Moll Flanders sicuramente non è un romanzo scorrevole.
Consigliato agli amanti del genere, a chi vuole completare la propria conoscenza dei classici, non mi permetto di consigliarlo a tutti data la pesantezza della scrittura dell’autore.

VOTO:2 / 5


Nessun commento:

Posta un commento